La Concimazione

Come Concimare l'Orto

Gli ortaggi sono organismi viventi che necessitano di sostanze nutritive per crescere fino a divenire succosi e prelibati prodotti dell'orto ricchi di gusto e vitamine. La corretta concimazione del terreno si rivela pertanto fondamentale per la buona riuscita della semina e della successiva raccolta, in particolare quando si tratta di un orto coltivato da tempo e di conseguenza impoverito dagli ortaggi che ne hanno assorbito sostanze nutrienti.

Per raccogliere i migliori ortaggi va allora programmata la concimazione, la quale si diversifica a seconda del tipo di terreno e dei semi che ha accolto, al fine di non eccedere con i fertilizzanti ed al contempo non sottovalutare il bisogno di nutrizione della terra.

Non dobbiamo, infatti, attendere che il terreno manifesti i segni dell'impoverimento per intervenire, bensì predisporre un accurato piano, distinguendo innanzitutto tra la concimazione di fondo e quella di copertura.

La prima è un'operazione complessa che va eseguita in occasioni straordinarie ed in particolar quando si lavora un terreno incolto (oppure coltivato in maniera molto intensiva) per preparare l'orto operando su un campo privo di piante.

La concimazione di copertura è invece un'operazione periodica che consiste nel distribuire alcuni tipi di concimi e fertilizzanti su terreni coltivati per nutrire le piante in fase di crescita.

Ovviamente ogni tipo di pianta necessita di una concimazione appropriata e questo è l'altro elemento da prendere in considerazione quando ci si cimenta nel mantenere la fertilità dell'orto.
Ad esempio le melanzane e i broccoli vanno concimati all'incirca tre settimane dopo il trapianto, mentre per cavoli e cavolfiori bisogna attendere un paio di settimane in più. Le patate richiedono interventi di concimazione quando fioriscono, gli spinaci una volta raggiunti i 10 centimetri d'altezza e le zucchine a quota 15 centimetri.

Una volta compresa la centralità della concimazione nella buona riuscita dell'orto, cosi' come del giardino, andiamo a vedere quali sono i concimi più diffusi.